Formac

Home
Sezione Scuola
Sezione Enti Pubblici
Sezione Aziende Private
Collegamenti web
Newsletter
Lavora con noi
Contattaci
Come richiedere un progetto
Prendi un appuntamento con noi, per personalizzare i laboratori sulla base delle esigenze dell'istituto, dei docenti, delle classi.
Contatta il direttore dell'area formazione:

Dott.ssa Grazia R. Corsaro
,
al numero
(+39) 347 2848348

oppure manda una mail a:
Indirizzo e-mail protetto dal bots spam , deve abilitare Javascript per vederlo   o Indirizzo e-mail protetto dal bots spam , deve abilitare Javascript per vederlo
 
  • Recenti
  • Newsletter
  • Login

Iscriviti per ricevere aggiornamenti sulle nostre attività.






Login Area Utenti






Password dimenticata?

Strumenti di didattica laboratoriale
Usare tecniche di lavoro coinvolgenti per gli alunni significa agire sulla motivazione, elemento fondamentale nei processi di apprendimento. All'analisi di alcune tecniche (apprendimento cooperativo, role playing, apprendimento significativo, ecc.) seguirà una fase di progettazione di laboratori per aree disciplinari.

Destinatari: docenti.

CORSO DI FORMAZIONE DOCENTI:
STRUMENTI DI DIDATTICA LABORATORIALE

PREMESSA
Il corso si sviluppa in dieci incontri di tre ore ciascuno, da svolgersi preferibilmente una volta a settimana, così da concentrare le attività nell’arco di due mesi e mezzo. Le 30 ore complessive di lavoro sono suddivise in modo tale da offrire eguale spazio ai moduli teorici (5 incontri- 15 ore) e a quelli pratici (5 incontri- 15 ore).

La finalità generale è quella di offrire ai docenti della Scuola Primaria degli strumenti di lavoro innovativi e alternativi alle pratiche scolastiche tradizionali. I docenti sperimenteranno i benefici di alcune tecniche di lavoro particolarmente coinvolgenti per i ragazzi, indipendentemente dai contenuti proposti, che gli insegnanti possono scegliere sulla base della propria area disciplinare.

L’attuale ricerca psico-pedagogica richiama alla necessità di spostare l’attenzione didattica dall’insegnamento dei contenuti al soggetto in apprendimento, cioè ai processi del far apprendere e del riflettere sul fare: l’obiettivo è rendere gli alunni consapevoli dei risultati conoscitivi e procedurali raggiunti, delle relazioni che si sviluppano tra loro e con gli insegnanti coinvolti.

L’attività di insegnamento improntata al principio della laboratorialità offre ai docenti ulteriori opportunità per valorizzare l’alunno nel suo processo di formazione.
La pratica laboratoriale, infatti, rappresenta una modalità di lavoro nella quale si realizza una situazione di apprendimento in cui il ragazzo si costruisce in più dimensioni, come persona che pensa, che opera, che si confronta con gli altri, che corregge e si auto-corregge, che riflette. Il docente, ovviamente, interviene nella comunità di apprendimento da una parte come esperto, come modello per l’allievo grazie alla sua competenza culturale, dall’altra attraverso la possibilità di gestire la mediazione didattica. Egli adopera e dosa le diverse metodologie didattiche per aiutare gli alunni ad affrontare i percorsi di apprendimento, a valutare i propri risultati e a riflettere.
Un ulteriore vantaggio offerto dall’uso dei laboratori è indubbiamente il fattore motivazionale: si valorizzano i bisogni sociali, cognitivi, affettivi, relazionali del soggetto che apprende e che si sente protagonista della trasformazione della realtà. I laboratori, se ben congegnati, hanno il merito non solo di risvegliare motivazioni assopite ma anche di generare bisogni nuovi e originali.

Gli obiettivi formativi specifici riguardano la sperimentazione dei seguenti metodi e tecniche didattiche:
1. pratiche di didattica laboratoriale: apprendimento cooperativo e tutoring;
2. tecniche di role playing;
3. esercizi di apprendimento significativo;
4. didattica delle arti espressive (teatro, cinema, poesia, musica);
5. progettazione di laboratori per aree disciplinari.

COSTI

Il costo del progetto varia sulla base del numero di incontri, dei partecipanti e della struttura del modulo così come concordata con l’istituto richiedente.
 
< Prec.
Scrittura per il cinema
Scrivere per il cinema significa scrivere per immagini, rispettando la...
Mediatore interculturale
Le differenze sociali ed etniche sono evidenti a scuola come nella vita...
Scrittura creativa
Scrivere in modo creativo vuol dire tante cose: si può prendere...
Giornalismo
I vari generi di scrittura giornalistica da leggere, interpretare e...
Scrittura per il cinema
Scrivere per il cinema significa scrivere per immagini, rispettando la...
Comunicazione interpersonale
"Non si può non comunicare" (P. Watzlawick). Il...
Tra ruolo e compromesso. Genitori e figli si incontrano
Lo psicodramma e gli strumenti della mediazione culturale servono a...
Mediatore interculturale
Le differenze sociali ed etniche sono evidenti a scuola come nella vita...

© 2018 FOR.MA.C. s.n.c.
P.Iva/C.F. 04415990870