Formac

Home
Sezione Scuola
Sezione Enti Pubblici
Sezione Aziende Private
Collegamenti web
Newsletter
Lavora con noi
Contattaci
Come richiedere un progetto
Prendi un appuntamento con noi, per personalizzare i laboratori sulla base delle esigenze dell'istituto, dei docenti, delle classi.
Contatta il direttore dell'area formazione:

Dott.ssa Grazia R. Corsaro
,
al numero
(+39) 347 2848348

oppure manda una mail a:
Indirizzo e-mail protetto dal bots spam , deve abilitare Javascript per vederlo   o Indirizzo e-mail protetto dal bots spam , deve abilitare Javascript per vederlo
 
  • Recenti
  • Newsletter
  • Login

Iscriviti per ricevere aggiornamenti sulle nostre attività.






Login Area Utenti






Password dimenticata?

Scrittura per il cinema
Scrivere per il cinema significa scrivere per immagini, rispettando la classica struttura in tre atti del film. Il laboratorio consente anche di sperimentare le fasi della scrittura: l'idea, il soggetto, la scaletta, il trattamento, lo scalettone e infine la sceneggiatura.

Destinatari: docenti e/o alunni dai 9 ai 19 anni.



LABORATORIO DI SCRITTURA PER IL CINEMA

1) PREMESSA

La finalità generale del progetto è fare apprendere i meccanismi che stanno alla base del fare cinema. Il corso prende inizio con la descrizione di cosa sia e come vada scritta un’idea, quindi il soggetto, la scaletta, il trattamento, lo scalettone e infine la sceneggiatura vera e propria.
Scrivere per il cinema non ha nulla a che vedere con la scrittura narrativa. Si tratta di un modo differente di concepire il racconto, in cui la voce narrante scompare per lasciare il posto alle immagini.
La scrittura per immagini è quella in cui non è possibile affermare “Michele era terribilmente arrabbiato”, ma bisogna scrivere che Michele digrignando i denti diede un pugno al vetro della finestra. Ma una sceneggiatura non è solo questo. È prima di tutto la stesura di una narrazione avente una struttura particolare, tradizionalmente definita struttura in tre atti. Solo registi e sceneggiatori geniali come Quentin Tarantino sono in grado di eludere o stravolgere la classica struttura in tre atti pur riuscendo a fare percepire un intreccio brillante e ordinato (nel suo essere entropico). Ma chi vuole darsi al cinema per la prima volta non può fare a meno di seguire i canoni tradizionali, pena il rischio di produrre una trama sconnessa e stressante o lenta e noiosa.

Accanto alla struttura in tre atti il corso si sofferma sull’analisi del personaggio, per insegnare a descrivere ruoli e psicologie di un certo spessore, che rendono il personaggio attraente.
Ovviamente non tutti quelli che sperimentano un corso di sceneggiatura diventeranno sceneggiatori. La maggior parte non si dedicherà mai ad alcuna professione del mondo del cinema. In ogni caso costoro saranno in grado di andare a vedere un film e capire finalmente perché qualcosa di quella trama non quadrava o perché un personaggio o un dialogo risultavano poco verosimili.

2) CONTENUTI

Ogni giornata di laboratorio è strutturata in maniera tale da prevedere che ad una prima fase, in cui i ragazzi assistono alla visione di un film da noi indicato, facciano seguito due ore di laboratorio di sceneggiatura. Il film può essere visto nella stessa giornata del laboratorio o qualche giorno prima, sulla base delle esigenze dei docenti e della classe stessa. Sulla base del film visto verrà svolto il relativo laboratorio, secondo le indicazioni che seguono:

Laboratorio 1- Film Codice d’onore, di Rob Reiner, USA, 1992, 138’
La struttura in tre atti: dall’evento scatenante al climax
Laboratorio 2- Film Il verdetto, di Sidney Lumet, USA, 1982, 125’
Dall’idea alla sceneggiatura
Laboratorio 3- Film Il testimone, di Peter Weir, USA, 1985, 112’
La scrittura per immagini
Laboratorio 4- Film Tootsie, di Sidney Pollack, USA, 1982, 116’
Lo spessore psicologico del personaggio: film high concept e film low concept
Laboratorio 5- Film Il padrino, di Francis Ford Coppola, USA, 1972, 175’
Riepilogo e conclusioni
Ogni attività di laboratorio è supportata da schede di istruzione/rilevazione che facilitino il ragazzo nella ricerca delle soluzioni adeguate ai problemi posti.

3) COSTI

Il costo del progetto varia sulla base del numero di incontri, dei partecipanti e della struttura del modulo così come concordata con l’istituto richiedente.
 
< Prec.   Pros. >
Scrittura per il cinema
Scrivere per il cinema significa scrivere per immagini, rispettando la...
Mediatore interculturale
Le differenze sociali ed etniche sono evidenti a scuola come nella vita...
Giornalismo
I vari generi di scrittura giornalistica da leggere, interpretare e...
Scrittura creativa
Scrivere in modo creativo vuol dire tante cose: si può prendere...
Tecniche del linguaggio pubblicitario
Art director e copy writer costituiscono la famosa coppia creativa del...
Comunicazione in classe
La didattica laboratoriale e la tecnica del role playing sono adoperate...
Scrittura per il cinema
Scrivere per il cinema significa scrivere per immagini, rispettando la...
Marketing
Obiettivi e strategie, analisi SWOT e ciclo di vita del prodotto,...

© 2018 FOR.MA.C. s.n.c.
P.Iva/C.F. 04415990870